Sulle orme di Puškin, Dostoevskij, Blok, Achmatova
(e ricordando il 1917…)

4-11 MAGGIO 2008

Un viaggio dell'Associazione culturale RUSSKIJ MIR
Organizzazione tecnica Vertex Enterprise

 

Resoconto dell'accompagnatrice Teresa Tordo

 

Domenica 4 maggio

Ritrovo in via Cernaia e partenza per Malpensa.

Decollo con volo Alitalia per San Pietroburgo. Arrivo ore 12,35 ora locale.

Incontro con la guida parlante italiano, Tat'jana.

Arrivo all’Hotel Oktjabrskaja, sistemazione nelle camere.

Nel pomeriggio visita della Casa-Museo di Anna Achmatova con Tat'jana e la guida del museo. Sosta anche nella Stanza-Museo di Josif Brodskij.

Al termine, passeggiata libera lungo la Fontanka. Giro sui canali in battello e ritorno in albergo.

Cena servita ai tavoli, con menu fisso.

Dopo cena, lezione amena di alfabeto cirillico e lessico elementare.

Lunedì 5 maggio

Con la guida, giro orientativo in città, con soste alle Colonne Rostrate e in Piazza S.Isacco.

Vista della Casa-Museo di Aleksandr Blok, con guida in russo e traduzione in italiano della nostra guida.

Pranzo al Nikolaevskij Palace: grande sala riservata, 2 tavoli rotondi elegantissimi, menu’ raffinato, musiche di Čajkovskij in sottofondo suonate dal vivo su piano a coda.

Sosta nelle vicinanze per acquisto souvenir.

Nel pomeriggio, giro dell’Isola Vasil'evskij (con sosta all’incrociatore Aurora), della Kamennyj e passeggiata sulla Elagin fino alla punta panoramica sul Golfo di Finlandia, con minacce di pioggia e un vento gelido.

Dopo cena, riunione del gruppo per conversazione sull’ortodossia.

Martedì 6 maggio

Con un leggero nevischio, visita del Cimitero Tichvin: tombe di Dostoevskij, Glinka, Rimskij-Korsakov, Musorgskij, Čajkovskij, Petipa, Krylov, Mendeleev, Čerkasov ecc.

Visita della Cattedrale con liturgia in corso. Breve sosta al sarcofago di Aleksandr Nevskij.

A sorpresa, aggiungiamo la visita del negozio delle Manifatture Imperiali di porcellana (le signore impazziscono di gioia!).

Incontro con fratel Stefano alla Chiesa cattolica del Sacro Cuore: breve storia delle persecuzioni religiose post-rivoluzionarie ed ampio excursus sulle attuali difficoltà economiche e sociali della popolazione.

Pranzo al Sankt-Petersburg, con esibizione folcloristica e pollo alla Kiev.

Nel pomeriggio, giro per Piazza del Fieno (Sennaja) e il quartiere di Delitto e Castigo (ormai irriconoscibile) e visita alla Casa-Museo di Fedor Dostoevskij, sempre con doppia guida, molto interessante.

Mercoledì 7 maggio

Visita del Museo di Storia Politica. Viste solo le sale relative alla Rivoluzione, ma presenta un excursus globale su tutto il periodo sovietico e merita di essere visto in toto.

Sosta allo Smol’nyj con visita dell’Aula Magna del Collegio (sede delle riunioni del Soviet), dello Studio e del piccolo alloggio di Lenin: guardati a vista da un poliziotto (il palazzo è ora sede del Municipio), affascinati dai corridoi lunghissimi, dalle foto, dall’atmosfera, dalle memorie.

Pranzo all’Oriental Paris.

Nel pomeriggio, visita alla Fortezza di Pietro e Paolo, e direttamente allo spettacolo folcloristico al Nikolaevskij Palace (personaggi in costume all’accoglienza, quartetto d’archi, bicchiere di spumante. Nell’intervallo, minuetto sullo scalone e aperitivo con vodka e tartine varie sulla balconata. Spettacolo bello)

Giovedì 8 maggio

Visita della Casa-Museo di Aleksandr Puškin.

A Carskoe Selo, visita del Liceo (le aule e le stanze degli studenti) e del Palazzo di Alessandro (ancora in restauro, ma l’appartamento di Nicola II è quasi a posto, stile liberty, molti oggetti personali, giocattoli, vestiti, molto ‘umano’).

Non ci sfugge nemmeno un accenno al Palazzo Grande e alla Sala d’Ambra.

Pranzo al 19th Century.

Lungo la via del ritorno, sosta extra al Monumento agli Eroici Difensori di Leningrado: visione del documentario, lacrimoni.

Dopo cena, riunione del gruppo per conversazione di storia russa.

Venerdì 9 maggio – Festa della Vittoria

Petrodvorec. Giorno di apertura delle fontane: su un palco sono disposti vari musicisti e cantanti, sulle scalinate sono schierati i marinai, tutti in attesa, con una grande folla, del primo zampillo.

Visita del Palazzo Grande.

All’uscita, scendiamo verso il parco accompagnati da cori grandiosi e finiamo il giro delle fontane tra gli scoppi dei fuochi artificiali.

Pranzo in loco al ristorante Morskoj.

In città ci dirigiamo subito verso il Cimitero Piskarevskoe.

Folla immensa, dai bimbi in fasce ai fotografatissimi veterani carichi di medaglie.

Anche noi di slancio ne circondiamo uno, alto, distinto, ancora bello: un attimo di imbarazzo a dover dire che siamo….italiani, ma siamo LI’, affettuosi, rispettosi, con i garofani rossi, tutto finisce in grandi sorrisi, foto, ed elegante baciamano alle signore.

Arriviamo fino al Monumento della Madre Patria, affiorano i ricordi personali, lutti famigliari, impressioni infantili… la guida Tat'jana ci dirà di essere rimasta molto colpita dal nostro comportamento a Piskarevskoe e, in genere, in tutta la Giornata della Vittoria.

Nei piccoli musei non si riesce ad entrare tanta è la gente, e allora torniamo in albergo, proprio nel momento in cui sulla Piazza dell’Insurrezione (la nostra) si sta componendo il corteo dei veterani.

Ci fermiamo, naturalmente. Chi ha le finestre della camera sulla via, sale e si affaccia per guardare l’insieme e fotografare.

Ci sono due vecchi camion, su cui sono seduti una trentina di veterani, poi ci sono militari con le divise del 1940-1945, l’associazione "Bambini di Leningrado", le bande della marina e dell’esercito, tante bandiere rosse del PCUS, gente comune….

Ci prepariamo per lo Schiaccianoci al Mariinskij. Lo spettacolo ha avuto dei momenti emozionanti per scenografia e costumi, la coreografia contemporanea è stata un po’ ripetitiva, i protagonisti non erano delle star… ma comunque ‘ci siamo stati’, in una grande folla di russi e di stranieri.

Il nostro autista ci aspetta fuori sotto la pioggia, e ceniamo in albergo verso le 22.

Sabato 10 maggio

Passando sulla nuovissima diga ancora in costruzione, arriviamo all’Isola di Kotlin per la visita della Base Navale di Kronštadt.

La guida non vi ritorna da molti anni (e non ricorda vi siano mai venuti degli stranieri), tanto da dover leggere le scarne descrizioni della Cattedrale dei Marinai, del parco di Pietro e della Base.

Non una parola sull'insurrezione "anarchica" del 1921 (ma ne abbiamo parlato ampiamente nel nostro incontro di gruppo giovedì sera), su domanda esplicita arriva l’ammissione ‘è un momento storico non studiato, di cui ancora non sono note le origini e le fasi di sviluppo’. Non andiamo oltre.

Di navi alla fonda ce n’è qualcuna, ma certo non è la Flotta del Baltico, sembrano messe lì apposta per i visitatori, come le due bancarelle cariche di magliette alla marinara (di cui facciamo man bassa…).

La cittadina è di una modestia sconfortante, una specie di monotona e deserta caserma giallina, nella Chiesa di San Nicola incontriamo qualche essere vivente: un africano con i suoi due figli…. Gli interrogativi rimangono aperti.

Dopo il pranzo al ristorante NEP, sulla Piazza del Palazzo, andiamo a visitare, da soli, l’Ermitage. Sale storiche ed impressionisti, negozi.

All’uscita, ritorno libero in hotel. Qualcuno si ferma da Wolf e Berangè per thè e torta con Puškin.

A cena, la sorpresa: ho ordinato vodka e tartine al salmone e caviale rosso, ma non mi aspettavo la tavola imbandita per tutti insieme, con ricche stoviglie e grandi candelieri!

L’atmosfera è rilassata e calda, siamo praticamente soli, e ci scateniamo in cori festosi.

Domenica 11 maggio

Il ritorno a casa: i controlli di sicurezza, che ci fanno continuamente togliere le scarpe…il duty free…le hostess italiane….il pranzetto buono dell’Alitalia….il pullmino a Malpensa….saluti e progetti….

 

E l'anno prossimo…A Mosca! A Mosca!

 

    Scarica il nostro depliant                                                                                                                            Presidente: Massimo Striglia 
Direttore: Silvia Leva

Presidente Onorario: Anna Roberti

Privacy Policy

Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici per una migliore esperienza di navigazione dei prori utenti. Chiudendo questo banner o continuando a utilizzare il sito accetti la nostra cookie policy.